Parecchie pinte dopo continuiamo la nostra passeggiata per la più grande città scozzese arrivando a St.Enoch Square , sede dei mercatini natalizi e del celebre bar Caffè Nero. Durante il periodo natalizio si possono degustare birre locali per la presenza di vari stand di prodotti locali. È anche il trait – d’union tra la Buchanan e Argyle Street le due principali arterie dello shopping e commerciale.

Questa piazza pochi passi dopo conduce ad uno dei caratteristici ponti del fiume Clyde

img_7213
@nicky abrami

 

La bellezza del paesaggio industriale interrotto tra le rive del fiume  è disarmante, nonostante la vista non sia indimenticabile ma lascia comunque un segno e dona un piccolo frammento di relax e quiete dopo il brusio della via dello shopping. Sedetevi su una delle panchine che trovate sulle sponde del fiume e godetevi il panorama.
Pochi sono i suoni che emana Glasgow nella sua pianura, nella zona collinare poco fuori dal city center dove appare maestosa la Cattedrale Di S.Mungo, patrono della città. Dalla Cathedral Street il colpo d’occhio é notevole: da lontano spiccano i verdi pinnacoli che contrastano con il nero della costruzione di matrice gotica risalente al XII secolo

 

img_7263
@nicky abrami

 
L’ingresso principale inoltra i visitatori nella parte più moderna eretta nel XV secolo dove ci si perde nella vertiginosa altezza dei suoi soffitti e nella bellezza delle vetrate colorate, nella quale sono sepolti importanti figure dell’esercito, proseguendo fino ad arrivare al pulpito dove si troverà una scala che conduce alla parte inferiore (XII secolo) dove  è possibile visitare la tomba di S.Mungo. Fu proprio qui che venne fondata l’Università di Glasgow nel 1451. Sulle colline scozzesi che abbracciano l’area ha sede un meraviglioso cimitero monumentale (Glasgow Necropolis) al quale si accede attraverso il “Ponte Dei Sospiri” : per il tour completo sono necessari tra i 90 min e le due ore e ed inoltre si può godere di un panorama mozzafiato della città.

img_7281
@nicky abrami

Nei pressi della cattedrale, troverete un hotel ristorante in una venue che esternamente ricorda un castello , Cathedral House Hotel dove a prezzi contenuti è possibile assaggiare un buon piatto tipico e degli ottimi dolci, come la cheesecake.
A pancia piena, percorrendo la lunga discesa di High Street, ci si imbatte in straordinari murales come questo che rappresenta San Mungo in chiave moderna

img_7291
@nicky abrami

 

 
si accede alla Merchant City, altra zona commerciale sede della particolare piazza Saltmarket al centro della quale campeggia un piccolo e particolare campanile.

img_7293
@nicky abrami

Incrociando Trongate St entriamo in una dimensione più elegante di Glasgow dove sembra si sia fermato il tempo sui grandi palazzoni in vista lungo il vialone pedonale contornato dai negozi. Un tempo era la zona , la merchant city dove teatro del commercio di spezie e tabacco.
E’ ora di prendere i bagagli ed avviarci verso la stazione centrale, ultimo gioiello architettonico degno di citazione per la particolarità degli edifici che in una splendida veste esterna che richiama l’epoca vittoriana.

Strategico il pub adiacente ad i binari, punto di ritrovo utilizzato anche da chi non è in imminente partenza, dove c’è spazio per un cocktail o una birra prima di saltare sul treno. E’ tempo di dire arrivederci a questa città dopo un meraviglioso weekend nelle sue strade, nei suoi pub, nei suoi luoghi,guardando al suo cielo grigio dove trovano spazio anche deboli raggi di sole. A presto Glasgow, sei stata una piacevolissima scoperta.

 

Nicky Abrami

 

 

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/15808

 

Annunci