Se non vi siete visti il match di questa sera perché lo consideravate inutile vista la sfida di Parigi, beh avete preso una toppa inaudita! Non potete capire cosa vi siete persi. Probabilmente Barcellona-Psg è stata una delle partite più emozionanti degli ultimi anni, io oserei dire la partita più spettacolare che abbia mai visto. La squadra di casa riesce a rimontare dopo la Caporetto dell’andata con tanta passione e prepotenza. Quello che lascia pensare è che i gol non sono frutto delle solite azione intagliate dai sarti catalani, ma da una serie di episodi che hanno del clamoroso. La squadra di Emery risulta impaurita dall’avversario, anche se dopo il gol di Cavani ha avuto svariate volte l’occasione del 3  a 2.

BARCELLONA: Ter Stegen; Mascherano, Piqué, Umtiti, Rafinha, Busquets, Rakitic, Iniesta, Messi, Suarez, Neymar. All. Luis Enrique

PSG: Trapp; Meunier, Marquinhos, Thiago Silva, Kurzawa; Verratti, Matuidi, Rabiot; Lucas, Cavani, Draxler. All. Unai Emery

 

 

1488798963_446242_1488799142_noticia_normal
Il Camp Nou di Barcellona. Foto dal Web.

 

Nel primo tempo la squadra di casa parte subito forte, al 3’ su un cross di Messi da destra, che rimpalla su Thiago Silva, Suarez anticipa il portiere che esce totalmente fuori tempo e la palla sorpassa la linea di porta. Vantaggio Barca. La squadra del tecnico asturiano continua a mantenere il possesso del pallone col famoso tiki taka, marchio di fabbrica della squadra catalana. Il Psg dopo il gol subito cerca di riposizionarsi e mantenere una quadratura. Il Barcellona si rende pericoloso per lo più con tiri da fuori, come quello al 16’ di Neymar che da fuori area prova un tiro in porta che sfiora di poco l’incrocio dei pali. Proprio nel momento in cui la partita sembrava ristagnare arriva il fulmine a ciel sereno. Lancio lungo intercettato da Messi che  palleggia per Iniesta. Marquinhos sembra essere in vantaggio ma lo spagnolo gli ruba il tempo, prende il pallone e di tacco mette una palla in mezzo che sbatte su Kurzawa e finisce in porta. Il primo tempo finisce due a zero, solo una squadra come il Barca poteva rimettere in piedi una partita del genere.

Il secondo tempo è uno spettacolo per il calcio. Al 47’ dopo una triangolazione tra Neymar e Iniesta, il brasiliano entra in area di rigore e viene atterrato da Meunier. Messi si presenta sul dischetto e di potenza insacca. 3 a 0 per il Barcellona e la partita sembra andare in discesa. Al 61’ un lancione viene intercettato dal petto di Kurzawa che piazza il pallone per Cavani che di prima intenzione tira una bordata imparabile per il portiere blaugrana. 3 a 1 che sembra mettere la parola fine alle sorti dell’incontro, considerato anche che la squadra parigina è vicina al 3 a 2 su due contropiedi prima con Cavani poi con Di Maria. Ma la parola fine non esiste per questo match. Il Barcellona sembra aver accusato il colpo ma succede che Neymar subisce un fallo dalla sua tegola preferita, il brasiliano si sistema il pallone e va a ripulire le ragnatele da sotto al sette. Quello che potrebbe sembrare solo il gol della bandiera è invece la tromba che da la carica. All 89’ su lancio di , Marquinhos atterra Suarez in area di rigore. Neymar si va a prendere il pallone e spiazza il portiere. 5 a 1 e il quarto uomo segnala cinque minuti di recupero.

 

 

neymar-barcelona-psg-uefa-champions-league-08032016_7alexpfkeelz1afuiu160mwh5
Neymar segna su punizione e porta il pallone a centrocampo. Foto dal Web.

 

Bolgia al Camp Nou. Il Barca parte all’arrembaggio, Piquè ormai è una prima punta aggiunta. Al 94’ dopo un fallo su Ter Stegen che si trova da qualche minuto fisso nella metà campo dei francesi, Neymar scaraventa un pallone che viene ribattuto, lo stesso calciatore verdeoro riprende il pallone e lo calcia nuovamente in mezzo trovando Sergi Roberto che di esterno destro piazza la palla in rete. Rimonta clamorosa della squadra di Luis Enrique che si qualifica ai quarti di finale con una partita che ha del mitologico, un qualcosa che andrebbe narrato come le grandi imprese della mitologia greca. Una Barcellona che non ha mostrato un calcio spumeggiante, ma che intimorendo l’avversario è riuscito a portare a casa una rimonta storica.

 

 

Barça-PSG-678x381
Il pianto di Emery sul 6-1 siglato da Sergi Roberto. Foto dal Web.

 

GABRIELE BOTTA.

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/17860

Annunci