Domenica ricca di gare di Serie B. Durante lo svolgimento della giornata, infatti, il campionato cadetto è stato rappresentato da tre importanti match: il derby piemontese fra Novara e Pro Vercelli e le delicatissime sfide salvezza del ‘Libertati’ fra i padroni di casa della Ternana ed il Trapani di Calori e del ‘Menti’ fra Vicenza e Pisa.
NOVARA-PRO VERCELLI 0-0 : Reti inviolate nell’attesissimo derby piemontese del ‘Piola’ fra i padroni di casa del Novara e la Pro Vercelli guidato da Longo. Avvio veemente degli azzurri con le conclusioni, tutte mancine, imprecise di Casarini e Sansone; la prima palla goal capita sul piede di Bianchi, terminale offensivo della Pro, che si vede deviare la battuta a rete. Al 24′ gli scudati sprecano l’occasione più ghiotta del match: Aramu viene affossato da Da Costa, l’arbitro indica senza indugi il dischetto. L’estremo difensore novarese si fa perdonare neutralizzando il tiro dagli undici metri dello stesso Aramu ed il tap-in da pochi passi di Mammarella. Nei secondi quarantacinque minuti di gioco, il Novara esce dal guscio impensierendo Provedel con le sortite offensive di Macheda e Galabinov, gli avanti azzurri non si dimostrano freddi ed il risultato resta inchiodato sullo 0-0. Al 69′ gli ospiti restano in dieci uomini: Palazzi, già ammonito, entra maldestramente su Chiosa costringendo il direttore di gara ad estrarre il secondo cartellino giallo. L’uomo in meno costringe la Pro Vercelli ad arretrare il baricentro affidando le sortite offensive ai contropiedi; il Novara, di contro, non riesce ad imbastire trame offensive degne di nota. Un punto a testa nel derby piemontese: continua la striscia positiva di Boscaglia che rimane in zona playoff con 44 punti; la Pro Vercelli non allontana la zona rossa ma conserva due punti di vantaggio sui playout.

 

 

165749554-d8ecd30e-2aa5-4551-9f8d-adad47bd65c0
Novara-Pro Vercelli, il derby piemontese. Foto dal Web

 
TERNANA-TRAPANI 2-1: Debutto vincente per Liverani sulla panchina della Ternana, gli umbri ritrovano la vittoria dopo sei sconfitte consecutive nell’ultima chiamata salvezza contro il Trapani di Calori. La vittoria permette alle ‘Fere‘ di agganciare all’ultimo posto proprio gli isolani a quota 26 punti. Pronti, via ed umbri immediatamente avanti con Di Noia: il cross teso del laterale rossoverde Zanon trova la scivolata vincente del numero diciannove sul secondo palo, al 6′ il ‘Liberati‘ può già esultare. Il Trapani, frastornato dall’avvio furioso degli avversari, rischia di capitolare al 20’ con la conclusione di Monachello, bravo Pigliacelli a negare il doppio vantaggio agli umbri con una disperata uscita. Al 34′ la Ternana sublima il dominio ancora con Di Noia: il centrocampista, lasciato libero dalla retroguardia siciliana, entra in area e trafigge l’estremo difensore amaranto con un preciso destro angolato. Nella ripresa, il Trapani partecipa finalmente al match creando numerose palle goal: prima Rizzato, poi Raffello impegnano Aresti. Il portiere rossoverde, poi, disinnesca la perfetta parabola, disegnata da calcio piazzato, di Coronado. Il pallone era diretto all’incrocio, grande intervento di Aresti. In pieno recupero (91′ di gioco) è proprio Coronado, entrato nella ripresa, ad accorciare le distanze con un gran destro che fulmina il numero uno umbro. Non c’è più tempo però: i rossoverdi interrompono la striscia negativa ed agganciano i siciliani in classifica. L’ultimo posto in graduatoria, ora, è detenuto da entrambe le compagini.

 

Ternana - Bari
Di Noia, mattatore di giornata al ‘Liberati’. Foto dal Web.

 

VICENZA-PISA 2-1: Impresa dei padroni di casa che, in dieci uomini, ribaltano il risultato contro il Pisa di Gattuso, portando a casa una vittoria pesantissima in termini di classifica. Tantissima paura nel primo tempo, la posta in gioco è altissima: agonismo a profusione, pubblico rovente ma l’incontro offre poco a livello di occasioni da goal. Al contrario della prima frazione di gioco, il secondo tempo risulta subito spumeggiante: Orlandi affossa Gatto, secondo giallo e Vicenza in dieci uomini; il Pisa, in superiorità numerica, affonda il colpo al 64′ con Manaj, imbeccato da Peralta, che fredda Amelia con un bellissimo fendente volante. Il goal dello svantaggio, sveglia i ragazzi di Bisoli: De Luca calcia male da ottima posizione, poco dopo Ebagua impegna Ujkani. Il match sembra ormai pendere dal lato toscano ma, a quattro giri d’orologio dalla fine, Ebauga trova il punto del pari grazie ad un preciso colpo di testa che s’infila all’angolino. Il pareggio infiamma il ‘Menti‘, donando nuova linfa ai veneti: De Luca impegna l’estremo difensore albanese con una spettacolare rovesciata, poi in pieno recupero Zonta scaraventa a terra il piccolo fantasista ex Bari, per l’arbitro è rigore! Urso si dimostra freddo dagli undici metri, vantaggio vicentino all’ultimo respiro e stadio in festa. I biancorossi scavalcano il Pisa, piazzandosi al sedicesimo posto con 33 punti mentre i nerazzurri, ora a meno uno dai veneti, cestinano un’opportunità colossale per allontanarsi significativamente dalla zona rossa della Serie B.

 

VICENZA CALCIO
De Luca, foto dal Web.

 

ANDREA MARI.

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/19569

https://www.facebook.com/andreapendragon

https://www.twitter.com/AndrewMari1988

 

Annunci