Anche quest’anno Roma ci offre uno spettacolo “naturale” da non perdere.

Dal 1 aprile infatti sarà possibile partecipare, al Lago dell’Eur, all’evento Hanami meglio conosciuto come la fioritura degli alberi di ciliegio. L’evento deriva dalla tradizione giapponese ed Hanami significa letteralmente “ammirare i fiori”. Ammirare i fiori è proprio quello che sarà possibile fare immersi nel verde della Passeggiata del Giappone all’Eur.

In un mondo caotico e urbano come quello odierno, scandito da impegni e doveri da rispettare, le pause relax sono il toccasana per allontanare lo stress e non c’è miglior location che quella offerta dalla natura.. in questo caso, in particolare dai fiori!

COSA RAPPRESENTANO PER LA CULTURA GIAPPONESE L’HANAMI E IL SAKURA

In Giappone l’Hanami è l’evento che segna l’inizio della primavera sancito dalla fioritura dei ciliegi il cui fiore prende il nome di sakura. Per il popolo giapponese l’Hanami rappresenta un simbolo unico, una vera e propria festa, un momento per staccare dalla velocità e dalla frenesia di tutti i giorni ed aprile, mese in cui avviene la fioritura, è per loro il mese della rinascita.

La fioritura diventa l’occasione per riflettere, per meditare su se stessi e su quello che li circonda. E’ un momento sacro che come tale va svolto nel rispetto della tradizione: distesi su un prato, su un telo di plastica azzurro, sotto un tetto di ciliegi con il classico bento (il tipico contenitore giapponese diviso in sezioni per portare il cibo fuori casa) in mano sorseggiando sakè. Un evento che permette di ammirare la natura, un valore che spesso tra lo stress di tutti i giorni finisce per essere dimenticato, con una pacata tristezza per la vita che passa ma con la dolcezza della visione di questi fiori che nascono e che colorano di rosa il “soffitto”.

hanami giappone.jpg
La fioritura dei ciliegi in Giappone

I ciliegi e i loro fiori per i giapponesi hanno molti significati:

  • la fioritura così breve seppur intensa rappresenta la vita stessa con la sua bellezza effimera;
  • un fiore caduto rappresentava la vita sacrificata di un samurai per l’imperatore simboleggiandone la rinascita;
  • il fiore rappresentava le qualità di un samurai, dalla purezza al coraggio;
  • l’immagine della caduta di questi fiori ricorreva spesso nelle lettere dei kamikaze alle lore famiglie prima della loro “missione definitiva” durante la seconda guerra mondiale.
  • Il fiore veniva ritratto sulle bombe destinate a colpire le navi americane;
  • la fioritura dei ciliegi è associata all’augurio di prosperità.

Una tradizione che dal Giappone è approdata direttamente a Roma. Precisamente, il 20 luglio del 1959 il Giappone, rappresentato dall’allora Primo Ministro Nobusuke Kishi, donò gli alberi di ciliegio all’Italia.

Dal 1 aprile all’Eur sarà possibile immergersi nella tradizione giapponese ma sopratutto in questo spettacolo offerto dai fiori di ciliegio nella Passeggiata del Giappone che prese questo nome proprio dai ciliegi che vi vennero piantati.

Durante l’evento sarà possibile fare la visita guidata attraverso il percorso e soffermarsi per un piacevole pic-nic.

A parte il sakè, gli elementi per ricreare l’atmosfera giapponese ed evadere dallo stress di tutti i giorni ci sono tutti.. non rimane che sperare in una folata di vento che faccia piovere i petali di ciliegio sopra di noi!

 

 

Micol Trua

Annunci