Nell’anticipo che apre la 34a giornata della serie cadetta la capolista affronta al Matusa la tredicesima in classifica. I ciociari hanno la possibilità, sfruttando il turno casalingo, di allungare su Verona e Spal (entrambe a -2) mentre i biancoverdi, che proprio contro la Spal hanno interrotto una serie di cinque partite senza vittorie, vogliono mantenersi ad una distanza considerevole dalla zona retrocessione.

Partono forte i padroni di casa: Dionisi mette più volte pressione alla difesa campana e al 6′ va vicino alla rete con una conclusione dalla distanza. E’ il preludio al gol del vantaggio, che arriva al 15′: ancora Dionisi, di testa, mette in rete un cross di Mazzotta per l’1-0 ciociaro. Gli ospiti non sembrano reagire, e il Frosinone gestisce il risultato. Al 30′, anzi, sono i canarini ad andare vicinissimi al raddoppio: Dionisi cerca la doppietta ma il suo tiro è alto di non di molto. Nell’Avellino esce Moretti, al suo posto Castaldo (31′). Al 32′ è di nuovo la squadra di casa ad essere pericolosa: Maiello devia un cross di Gori ma Radunovic, l’estremo portiere biancoverde, è attento e nega il raddoppio ai ciociari. Al 42′ la squadra di Novellino va vicinissima al pareggio prima con il neoentrato Castaldo e poi con Eusepi, ma il risultato resta invariato. E così, dopo un minuto di recupero, si va al riposo sull’1-0 per i frusinati.

Inizia la seconda frazione, primo cambio per Marino: fuori Ariaudo, dentro Krajnc. I canarini vogliono il raddoppio ma non riescono ad essere davvero pericolosi: prima Dionisi e poi Ciofani concludono verso la porta di Radunovic ma entrambi i tentativi finiscono in un nulla di fatto. Al 67′ Dionisi, su calcio di fermo, colpisce la barriera: Fiammozzi recupera palla e cerca la rete, ma il suo diagonale finisce a lato. Al 69′ calcio di punizione da buona posizione per gli irpini: il tiro di Migliorini termina fuori. Nuovo cambio per Novellino: Belloni al posto di Gonzalez; seconda sostituzione anche per Marino: Crivello per Mazzotta. Novellino termina le sostituzioni: Verde per Eusepi.

Mancano dieci minuti al termine quando Castaldo prende palla e calcia dal limite verso la porta di Bardi: la sua conclusione si insacca, è 1-1. Tutto da rifare per il Frosinone. All’85’ i padroni di casa reagiscono e cercano la via della rete con Terranova: la sua conclusione, sfortunatamente, colpisce la traversa. All’87’ Kragl (subentrato a Sammarco) cerca il gol su calcio di punizione: il Matusa ci crede fino all’ultimo, ma il pallone esce di un soffio. Dopo gli ultimi assalti dei padroni di casa negli ultimi minuti di gioco il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi.

Il Frosinone spreca e, sfortunatamente, non riesce a guadagnare i tre punti (resta primo da solo, ma con una gara in più); l’Avellino raggiunge il massimo e fa bella figura a casa della capolista: Novellino può essere più che soddisfatto.

Articolo di Luca Fiorelli.

https://metropolitandotblog.wordpress.com/2017/04/03/frosinone-avellino-1-1-ciociari-raggiunti-nel-finale-da-castaldo/

Annunci