Nell’anticipo delle 20,45 la Vecchia Signora affronta allo Stadium i gialloblu allenati da Maran. La squadra di Allegri è reduce dal pareggio rimediato a Napoli e vuole tornare ad ottenere i tre punti: i presupposti ci sono tutti. In casa i bianconeri hanno ottenuto 15 vittorie in altrettante partite (con 38 gol segnati e solo 8 subiti). I clivensi però, che nella scorsa stagione riuscirono a strappare un punto alla Juventus proprio nel suo fortino, non hanno intenzione di partire battuti.

Allegri schiera i suoi con un 4-2-3-1:
Buffon tra i pali;
linea difensiva composta da Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Alex Sandro;
Marchisio e Khedira i due interni di centrocampo;
Cuadrado e Sturaro sulle fasce con Dybala dietro ad Higuain.

Maran risponde ai Campioni d’Italia con un 4-3-1-2:
Seculin;
Cacciatore, Spolli, Cesar, Gobbi;
Hetemaj, Radovanovic, Castro;
Birsa;
Meggiorini, Pellissier.

Inizia la gara: al 17′ la capolista va vicino al vantaggio con una conclusione di Khedira da limite, Seculin blocca la sfera. Due minuti più tardi è Dybala ad impegnare l’estremo difensore clivense che devia prontamente in angolo. Al 23′ il vantaggio juventino: Dybala si insinua in area e dalla linea di fondo serve Higuain che con un preciso diagonale batte il portiere gialloblu. Ventesimo gol in campionato per l’argentino, come solo altri due fuoriclasse (Charles e Sivori) alla prima stagione in bianconero. I Campioni d’Italia gestiscono il risultato e sull’1-0, dopo un minuto di recupero, si conclude la prima frazione di gioco.
Inizia il secondo tempo con il primo cambio per Maran: fuori Gobbi dentro Izco. Al 48′ sono gli ospiti, a sorpresa, ad andare vicini al pareggio: Pellissier conclude a rete, Buffon è costretto a deviare in corner. Al 61′ la Juventus va vicina al doppio vantaggio con un tiro di Higuain: il pallone esce di poco. Poi una sostituzione per parte: Lemina per Cuadrado per i bianconeri; Maran manda in campo Inglese (fuori Meggiorini).
Allegri, cinque minuti più tardi, cambio modulo e inserisce un difensore (Bonucci) al posto di Sturaro. Al 74′ ancora la Juve a due passi dal raddoppio: la conclusione di Dybala esce di pochissimo. Ad un quarto d’ora dal termine l’ultimo cambio gialloblu: De Guzman per Hetemaj. Poi, all’84’, il 2-0 della Vecchia Signora. Dybala salta tre giocatori e lascia il pallone a Lichtsteiner: l’ex biancoceleste serve a centro area Higuain, che non sbaglia. Doppietta personale per l’argentino (sesta nella Seria A 16/17) che chiude il match. Prima del triplice fischio solo l’ultimo cambio di Allegri (Lichtsteiner per Dani Alves).

La Juventus vola a +9 sulla Roma (attesa nel pomeriggio di domani dal Bologna) e può ufficialmente alla sfida con il Barcellona; il Chievo, autore di una buona partita, torna a casa sconfitto e resta a quota 38 punti.

Articolo di Luca Fiorelli.

Annunci