falcinelli

Si è concluso da poco il posticipo delle 15 della trentunesima  giornata di Serie A. 5 le partite disputate sui campi, ovvero:

CAGLIARI-TORINO: 2-3   17′ Borriello (rig.); 33′ Liajic; 38′ Belotti; 54′ Acquah; 95′ Han

MILAN-PALERMO: 4-0     6′ Suso; 19′ Pasalic; 37′ Bacca; 71′ Deulofeu

UDINESE-GENOA: 3-0       20′ De Paul; 31′ Zapata; 49′ Rubinho (autogoal)

BOLOGNA-ROMA:0-3        25′ Fazio; 39′ Salah; 74′ Dzeko

CROTONE-INTER:2-1         17′ Falcinelli (rig); 23′ Falcinelli; 66′ D’Ambrosio

Ecco la cronaca:

Cagliari-Torino: Scontro di metà classifica senza troppe pretese. Si preannuncia uno spettacolo forse un po’ noioso, ma i guizzi di Belotti e Borriello potrebbero ravvivare la giornata.

Parte fortissimo il Cagliari che al 17′ rimedia un rigore per un fallo di Carlao su Borriello. Lo tira Borriello e segna, 1-0 Cagliari. Esce poco dopo Iturbe per infortunio. Si fa avanti il Toro senza particolari spunti. Arriva al 33′ il goal di Lijaic che riceve uno splendido assist di tacco da Belotti. Al 34′ altro cambio, stavolta per il Cagliari. Esce Borriello per problemi muscolari, si fa sentire la stanchezza di fine stagione, entra Farago al suo posto. Al 38′ arriva il raddoppio del Torino con un gran colpo di testa del gallo su assist di Zappacosta, 1-2 Torino. Cambia la partita, il Toro gestisce molto bene, unica sbafatura un retropassaggio molto pericoloso di Zappacosta, Sau però viene anticipato da un attentissimo Hart. Si conclude il primo tempo in vantaggio per il Torino. Rientra molto convinto il Toro. Al 54′ segna Acquah, grande rete del ghanese che tira da fuori area. 1-3 Torino. Torinesi che dominano tutto il secondo tempo gestendo bene il pallone. Unica nota stonata la rete al 95′ di Han che porta invano il Cagliari sul 2-3. Torino che vola a 44 punti e aggancia la Sampdoria in nona posizione. Cagliari che mantiene comunque la tredicesima posizione vista la sconfitta del Bologna, ma che comunque vede allontanare l’Udinese.

Milan-Palermo: Entrambe le squadre possono ancora puntare a qualcosa. I rossoneri vogliono e devono vincere per avvicinare l’Europa, mentre i palermitani possono ancora sognare ad una difficile salvezza,  ma la speranza è l’ultima a morire.

Milan che parte in quarta. Al 5′ Deulofeu scappa a Goldaniga che lo stende. Calco di punizione per i rossoneri da posizione ravvicinata. Ottimo calcio piazzato di Suso che batte Folignati, subito vantaggio Milan. Al 19′ arriva il raddoppio milanista con Pasalic, grandi colpe vanno alla difesa rosanero rimasta immobile su questa azione. Milan che ha un ottimo fraseggio, il Palermo non c’è. Al 25′ occasionissima per Bacca che quasi solo davanti al portiere tira fuori di molto però. Al 37′ arriva il terzo goal del Milan con Bacca, che stavolta stacca bene di testa su cross di Calabria. Anche in questa occasione difesa del Palermo a dir poco inguardabile. Deulofeu nella ripresa semina il panico, i rosanero si salvano per miracolo. Diamanti al 60′ fa un tiro velenoso, para però Donnarumma. Al 71′ arriva il poker rossonero che chiude definitivamente la partita. Quarto goal firmato da Deulofeu, forse migliore in campo. Milan che scavalca l’Inter e che arriva in sesta posizione a 57 punti. Palermo che vede sempre più vicina la serie B essendo penultima a 15 punti.

Udinese-Genoa: Anche questo è un match abbastanza inutile ai fini della classifica, sia i friulani che i genovesi ormai sono salvi dalla retrocessione e troppo lontani dalla zona Europa.

Udinese che parte molto convinto. Al 16′ Thereau prova dalla distanza, ma Rubinho para in due tempi. Ripartenza Genoa con Simeone che quasi a tu per tu con Karnezis viene fermato da Thereau che si sacrifica molto. Arriva il vantaggio dei friulani al 20′ con un missile di collo pieni dai venti metri di De Paul. Rubinho battuto, 1-0 per i padroni di casa. Arriva il raddoppio dell’Udinese al 31′ con un’altra sassata questa volta di Zapata, che dopo un flipper in area dopo calcio d’angolo recupera palla e tira. 2-0 Udinese. Rientrano fortissimi i friulani, che al 49′ trovano la terza rete. Papera di Rubinho, che si fa passare la palla sotto le gambe su cross di De Paul. Finale di partita spento, all’80’ i tifosi genoani abbandonano lo stadio. Udinese che sorpassa il Chievo e arriva in undicesima posizione a 40 punti. Genoa che invece rimane sedicesimo a 29 punti.

Bologna-Roma: Partita importante per la Roma che dopo le amare squalificazioni in Europa League e in Coppa Italia può puntare solo al campionato. Bologna che non chiede molto ancora da questo campionato, ma comunque vuole giocarsela.

Partita che inizia in modo equilibrato. Al 17′ Verdi prova a infilarsi solo in area di rigore, ma esce Szczesny e spazza coi pugni. Al 25′ arriva la prima rete della Roma, goal di Fazio che sfrutta una deviazione su calcio d’angolo e tira da pochi metri.  Al 36′ arriva l’occasione per il raddoppio della Roma, El Shaarawy però sbaglia il tap-in, para Mirante.Arriva il 2-0 giallorosso però al 39′ con Salah, che dopo una prima frazione di gara spenta si riprende con un ottimo pallonetto su assist di Dzeko. Rientra sicuro di sé il Bologna nel secondo tempo e al 47′ arriva un’occasionissima, Di Francesco disegna un’ottima azione, crossa in mezzo per Dzemaili che libero stacca di testa, para però Szczesny. Ci riprova 3 minuti dopo Di Francesco tirando un incrociato che però finisce sul palo, ancora 0-2 Roma. Partita un po’ spenta, fino a quando al 74′ Dzeko insacca il pallone in rete firmando il 3-0 gillorosso. Generosissimo Perotti che passa il pallone al bosniaco avendo davanti solo Mirante. All’85’ entra Totti e vi è un’ovazione da parte di tutto lo stadio. Finisce 0-3 a Bologna, vittoria meritata e matura per la Roma che consolida il secondo posto. Bologna che rimane quattordicesimo a 35 punti.

 

Crotone-Inter: L’Inter sente il profumo del frutto proibito europeo. Il Crotone vuole una complicata salvezza. Partita da non sottovalutare per i nerazzuri, visto che i calabresi in casa non regalano nulla.

Crotone subito pericoloso al 2′, con un’imbucata di Falcinelli per Rosi, para Handanovic però. Al 17′ arriva il calcio di rigore per il Crotone per un fallo di mano di Medel . Lo realizza Falcinelli, incredibile 1-0 Crotone. Passano pochi minuti e al 23′ Falcinelli fa la doppietta, il numero 11 sfrutta un ottimo contropiede e fredda Handanovic, 2-0 per i padroni di casa. Finisce 2-0 un ottimo primo tempo del Crotone.Inizialmente l’Inter effettua un pressing molto alto alla ricerca del goal che potrebbe riaprire la partita. Al 58′ arriva la prima occasione nerazzurra con un tiro di Perisic che finisce fuori di un soffio. Al 66′ arriva la rete  dell’Inter con D’Ambrosio con un tap-in vincente dopo il corner di Banega, si riapre la partita.Al 27′ del secondo tempo ci prova Icardi on un destro al volo, prende però il palo interno. Finisce 2-1, ottima prestazione del Crotone che guadagna 3 punti preziosissimi arrivando a 20 punti e avvicinando l’Empoli a quota 24. Pessima l’Inter che vede allontanarsi l’Europa. Inter che viene scavalcata dall’altra milanese, il Milan, che passa in sesta posizione.

 

 

 

Di Andrea Candelaresi

Annunci