A tutti i lettori di Metropolitan diamo il benvenuto a Motorland, piccolo approfondimento settimanale riguardante il mondo dei motori. In questi appuntamenti cercheremo di fare il punto della situazione riguardo le gare del weekend, trattare le novità e introdurre gli avvenimenti che verranno. Pronti? VIA!

Formula 1

Tutti coloro che immaginavano un Hamilton sfilare in tranquillità verso la conquista del titolo 2017 visto il ritiro di Rosberg, si sbagliavano di grosso. Vettel in Australia ha tagliato per primo il traguardo, ma il weekend cinese restituisce un Lewis perfetto, capace di vincere senza troppi problemi. Gara divertente nonostante i primi giri siano stati condizionati prima dalla Virtual Safety Car e dalla Safety Car stessa per gli incidenti di Stroll e Giovinazzi.

Vettel, grazie ad una Ferrari che sembra aver ritrovato la strada giusta, ha fiducia e si vede, Verstappen invece si conferma come suo solito: spettacolare, perché dove c’è lui succede sempre qualcosa di interessante. Attualmente la testa della classifica iridata vede in vetta Hamilton e Vettel a pari merito, rendendo così il prossimo appuntamento in Bahrain assolutamente imperdibile.

Moto 3

Mir, McPhee e Martin. Stesso podio di due settimane fa in Qatar! Bravi i primi tre, partiti dalle retrovie (Mir addirittura 16ismo) capaci di sfruttare al meglio ogni situazione durante la gara. I nostri purtroppo non brillano: gli unici in top ten sono Migno (5°) e Fenati (7°). Arbolino 14°, Bulega 16°, Bezzecchi 19°, Pagliani 21° e Bastianini 27°. Out Dalla Porta, Di Giannantonio e Antonelli.

mir_argentina
Mir sale ancora una volta sul gradino più alto del podio.

Moto 2

E sono 2! Franco Morbidelli spazza via tutti gli avversari, conquistando la seconda vittoria consecutiva. Dopo la prima in Qatar, il giovane italiano riesce a ripetersi anche a Termas de Rio Hondo. Alex Marquez avrebbe potuto completare una bella doppietta per il Team VDS ma una spettacolare caduta (per fortuna senza gravi conseguenze) all’ultimo giro lo ha costretto al ritiro, regalando il secondo posto a Oliveira e il podio a Luthi. Baldassarri arriva 4°, Corsi e Bagnaia in quinta e sesta piazza. Luca Marini conclude il gruppo degli italiani a punti in 12° posizione.

morbidelli_argentina
Bottino pieno anche in Argentina per il giovane Franco Morbidelli.

MotoGP

Anche nella classe regina la storia non cambia: Viñales si conferma in testa alla classifica vincendo nuovamente. Sembra che il feeling con la sua nuova scuderia (Yamaha Movistar) sia perfetto. Anche Rossi si conferma tra i top rider conquistando il secondo posto. La tappa sudamericana ha mostrato tanti big in affanno: sia Honda (Marquez e Pedrosa) che Ducati (Lorenzo e Dovizioso) hanno concluso anzitempo la gara a causa di cadute. Motivo in più per cui in Texas sarà fondamentale ritrovare la giusta strada. Bene Petrucci in 7° posizione su Pramac Ducati. Iannone (Suzuki Ecstar), causa ride through per partenza anticipata, conclude la gara in ultima posizione.

motogp_argentina
Ancora lui: Maverik Viñales vince in solitaria il GP di Termas de Rio Hondo.

SBK

Sono servite 5 gare per poter consegnare la coppa del vincitore ad un pilota che non fosse ancora Jonathan Rea. Chaz Davies (Aruba Ducati) è riuscito a vincere gara 2 ad Aragon dopo aver gettato alle ortiche gara 1 per un piccolo errore negli ultimi giri. Sicuramente il 30 Aprile ad Assen ci sarà spettacolo: Marco Melandri sta dimostrando di essere sempre a ridosso dei primi, le Yamaha si stanno confermando competitive e il giovane talento olandese Van der Mark vorrà assolutamente regalarsi qualche gioia sul circuito di casa.

sbk_aragon
Chaz Davies vince ad Aragon: primo successo stagionale per lui e Ducati Aruba.

Purtroppo, a soli 23 anni, Markus Reiterberger (BMW Althea) ha deciso di ritirarsi momentaneamente dal mondo delle corse per concentrarsi al meglio sul recupero fisico in seguito alla brutta caduta subita a Misano nel 2016. Il forte talento tedesco ha così preferito alzare bandiera bianca, lasciando il posto al nostro connazionale Raffaele De Rosa, campione in carica della Superstock 1000 2016. I nostri migliori auguri ad entrambi.

reiterberger_BMW
I problemi fisici hanno convinto il giovane centauro Reiterberger al momentaneo ritiro.

Sembra che sia la volta buona: la Superbike dal 2018 avrà una data in Argentina, più precisamente sul circuito di Villicum. Il condizionale è d’obbligo, dal momento che l’impianto è ancora in fase di costruzione e l’iter per avere tutte le certificazioni deve ancora partire. Incrociamo le dita!

villicum_SBK
Ecco come dovrebbe essere il layout del nuovo circuito Villicum in Argentina.

SSP

Il ritorno di Kenan Sofoglu ad Aragon non è stato da ricordare. Il recordman della categoria non ha tagliato il traguardo a causa di una caduta generata incolpevolmente da Caricasulo. In Olanda così il francese Mahias si troverà a difendere la testa della classifica, rincorso dal nostro Roberto Rolfo e il sudafricano Sheridan Morais, in attesa di vedere tornare in auge i grandi nomi (PJ Jacobsen, Jules Cluzel e Kenan Sofoglu).

mahias_aragon
Lucas Mahias saluta il pubblico di Aragon dopo la sua vittoria.

STK 1000

Iniziato con la prima tappa europea del WSBK, il campionato Stock 1000 ha offerto uno spettacolo decisamente interessante. Micheal Rinaldi su Ducati l’ha spuntata su Florian Marino e Roberto Tamburini, all’esordio su Yamaha. Tanti i talenti da tenere d’occhio, come il pupillo di Sofoglu, Razgatlioglu e Mike Jones.

rinaldi_aragon
Rinaldi in azione ad Aragon: grande prestazione e vittoria meritata.

Per questa settimana è tutto: appuntamento a martedì prossimo sempre qui, su Metropolitan Blog!

Annunci