BARCELLONA – Termina 0-0 il quarto di ritorno tra Barcellona e Juventus, dopo il 3-0 dello Juventus Stadium. Risultato che sancisce il passaggio del turno da parte dei bianconeri ma, soprattutto, un altro mattone verso l’obiettivo Triplete.

LE FORMAZIONI – Juventus 4-2-3-1: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. Barcellona 4-3-3: Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar.

Gara tatticamente perfetta quella giocata dagli uomini di Massimiliano Allegri dove, ancora una volta, è stata protagonista una difesa ordinata che non ha commesso sbavature difensive. Ne è dimostrazione l’unica vera occasione concessa nella prima frazione: al 19′ Messi raggiunge un cross in area e trova lo spazio per il tiro scagliando, però, la palla larga oltre il palo destro. Jordi Alba e Neymar hanno provato più volte a sfondare dalla sinistra, ma con poca precisione al momento del cross.

Il secondo tempo vede i blaugrana con un atteggiamento sempre più propositivo, ma rischiano molto sui contropiede avversari: al 50′ Cuadrado riceve in area da posizione defilata e calcia rapidamente un pallone che termina di poco largo sulla sinistra. Buffon, che non è stato mai impensierito nei 90 minuti, non deve nemmeno preoccuparsi molto dalla punizione dal limite calciata da Messi al 58′: pallone calciato bene che però termina alta sulla traversa. L’episodio più eclatante del match, però, è il tackle commesso da Khedira ai danni di Luis Suarez: il tedesco era diffidato e salterà la semifinale di andata. Padroni di casa vicini al vantaggio nel giro di tre minuti: al 66′ Messi colpisce al volo in area un pallone vagante che termina alto sulla traversa; Sergi Roberto, invece al 69′, calcia dal limite mancano ancora lo specchio difeso da Buffon. I bianconeri provano a spegnere definitivamente le speranze del Barcellona ma, nonostante le squadre lunghissime e le numerose occasioni in superiorità numerica, Ter Stegen coadiuvato da Mascherano e Umtiti fa buona guardia.

Nicola Gigante

Annunci