REAL MADRID Navas; Carvajal, Sergio Ramos, Nacho, Marcelo; Kroos, Casemiro, Modric; Isco, Ronaldo, Benzema. Allenatore: Zidane

BAYERN MONACO Neuer; Lahm, Boateng, Hummels, Alaba; Xabi Alonso, Vidal; Robben, Thiago Alcantara, Ribery; Lewandowski. Allenatore Ancelotti

Il ritorno dei quarti di Champions League vede sfidarsi due top team internazionali, una delle sfide di cartello di queste fase finale, Real MadridBayern Monaco. All’andata la squadra di Ancelotti ha perso la sfida contro i ragazzi di Zidane 1-2. Per ottenere il passaggio al turno successivo i bavaresi avrebbero bisogno della partita perfetta, sempre tenendo in considerazione il fattore Cristiano Ronaldo. Nel primo tempo si ha per lo più un dominio blancos, anche se la prima azione è dei bavaresi. Frank Ribery servito in area di rigore crossa teso in mezzo all’area, il tentativo di tiro di Alcantara viene respinto e sulla ribattuta Robben manda di poco a lato. Da questo momento in poi è un assolo del club madridista. Al 23’ su cross di Marcelo, Benzema di testa manda di poco fuori. Al 26’ Carvajal manca lo specchio della porta di poco. La squadra di Madrid è padrona del gioco ma non riesce ad affondare. Il primo tempo si conclude con il tiro da fuori di Kroos che impensierisce non poco Neuer che si fa trovare pronto.

Il secondo tempo ha tutto altro registro. Al 51’ Robben viene atterrato dentro l’area di rigore. Il fallo è netto e Lewandoski firma il gol del vantaggio. E’ 0-1 per il Bayern Monaco e la marcatura sembra accendere le speranza dei tedeschi. Al 54’ Robben serve Vidal con un pallonetto, il cileno tenta la mezza rovesciata ma impatta male il pallone che va a finire alto. Proprio nel momento di maggior pressione bavarese succede quello che tutti in qualche modo si aspettano, ovvero il gol di Ronaldo. Al 76’ Casemiro disegna un cross in mezzo all’area dove il portoghese si fa trovare pronto per insaccare il pallone del pareggio. Neanche il tempo di esultare che uno sfortunato rimpallo su Sergio Ramos spiazza il portiere Navas che non può evitare il nuovo vantaggio dei ragazzi di Ancelotti. Al 79’ Manuel Neuer salva la sua porta da una rasoiata di Marcelo da centro area, il portiere devia in angolo senza complimenti. Il Secondo tempo si conclude con la squadra di casa che tenta di raggiungere il pareggio prima dello scadere dei tempi regolamentari ma senza successo. Si va ai tempi supplementari.

L’extra time è nettamente a senso unico. Al 97’ Neuer compie un miracolo sul tiro da fuori di Ronaldo forte e preciso ma l’estremo difensore è reattivo e devia in angolo. Il Bayern ha la possibilità di agguantare il match con Douglas Costa che non finalizza a dovere l’assist di Robben. Al 99’ Neuer si ripete su Vazquez.. Ma alla fine anche il gigante tedesco deve soccombere al fenomeno portoghese. Alla fine del primo tempo supplementare Sergio Ramos crossa in mezzo all’area per Ronaldo che stoppa ed insacca in rete di prima intenzione. 2 a 2 viziato da una netta posizione di fuorigioco del numero 7 madridista. All’inizio del secondo tempo supplementare lo stesso numero 7 si concede la tripletta personale. Su un’azione solitaria di Marcelo che passa in mezzo alla difesa tedesca con una semplicità disarmante, a tu per tu col portiere il brasiliano decide di servire il compagno di squadra che firma il gol che chiude il match. Al 112’ ha un momento di gloria anche Marco Asensio che conclude a rete un’azione personale. Il risultato finale è di 4-2 grazie ad un immenso Ronaldo che regala ai suoi ragazzi il passaggio in semifinale.

Annunci