Siamo giunti, ormai, alle partite di ritorno dei quarti di finale di questa Europa League. C’è in gioco la semifinale e nessuna delle otto squadre ancora in gara ha intenzione di sbagliare. Non è sicuramente l’edizione più sorprendente, per via delle sue non esaltanti partite. Eppure ci ha riservato parecchie sorprese. Tre delle quattro partite di andata si sono concluse con una vittoria della squadra favorita. La quarta partita finita in pareggio vede proprio la candidata alla vittoria finale, il Manchester United, alle prese con l’Anderlecht, una squadra insidiosa che negli ultimi anni ha intrapeso un percorso che l’ha portato a giocarsi un posto per la semifinale Europa League. Importante è anche scoprire se lo Schalke 04 ribalterà il 2-0 dell’ andata rimediato in casa dell’Ajax, o chi passerà il turno tra Genk e Celta Vigo, dopo i cinque gol dell’andata che hanno visto trionfare per 3-2 gli spagnoli. Risulta difficile, invece, dimenticare i fatti orribili accaduti a Lione nella sfida con il Besiktas. Infatti, nonostante sia stata una bella partita, quella notte, verrà ricordata come l’invasione di campo dei tifosi francesi, forzata dagli atti vandalici commessi dai tifosi turchi. Proprio per questo motivo ci si aspetta un massiccio controllo da parte delle forze dell’odine dentro e fuori dallo stadio. La serata è importantissima, tutte le squadre sono pronte a darsi battaglia, così da dimostrare che anche l’Europa League sa offrire spettacolo.

RISULTATI E MARCATORI

GENK CELTA VIGO 1-1 Sisto 63′, Trossard 67′

SCHALKE 04 – AJAX 3-2 Goretzka 53′, Burgstaller 56′, Caligiuri 101′, Viergever 111′, Younes 120′

MANCHESTER UNITED – ANDERLECHT 2-1 Mkhitaryan 10′, Hanni 32′, Rashford 107′

BESIKTAS – LIONE 2-1 Talisca 27′, Lacazette 34′, Talisca 58′

LA CRONACA

GENK – CELTA VIGO: Dalla Luminus Arena, il Genk deve provare a ribaltare il 3-2 che vede gli spagnoli favoriti per il passaggio del turno. La prima occasione è per il Genk al 3′. Samatta colpisce il pallone di testa, ma finisce alto. La risposta del Celta arriva al 8′ con Fontas. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Aspas, il difensore la mette fuori. Continua ad attaccare la squadra spagnola e lo fa con Sisto che non inquadra la porta con un bel destro a giro al 16′. Verso la fine del primo tempo si fa male Guidetti, che viene sostituito da Beauvue. Proprio il neoentrato ha la palla del vantaggio della squadra iberica al 43′. L’attaccante, in girata,colpisce il pallone ma il portiere avversario para. Finisce così il primo tempo, 0-0. Nella ripresa, però, si sblocca il risultato al 63′ con Sisto, che con un bel tiro da fuori area sorprende il portiere. Inutile è il pareggio del Genk con Trossard, che batte il portiere avversario con un bel piatto destro al 67′. In semifinale va il Celta Vigo.

pione-sisto

SHALCHE 04 – AJAX: Forte del risultato di andata, l’Ajax arriva nello stadio dello Schalke, la VELTINS-Arena, con la consapevolezza che bisognerà difendersi dagli attacchi di una squadra ferita e spinta dal suo pubblico. Al 2′ di gioco, la squadra di casa trova la prima importante occasione, con Meyer, che, con il piatto destro, colpisce il palo. L’Ajax alza il pressing, ma non riesce mai a creare azioni significative. Nella ripresa cambia la partita, ma a favore dei tedeschi.  Al 53′ goretzka, in contropiede, segna il vantaggio dei padroni di casa con un bel diagonale. La rimonta si completa al 56′, quando Burgstaller, dopo il velo di Howedes, tira al volo e fa il 2-0. Brutto momento per l’Ajax, che prova a reagire al 56′ con il tiro di Ziyech, ma il portiere di casa para. Al 62′, Howedes sfiora il gol di testa. Piove sul bagnato per la squadra in trasferta, doppio giallo per Veltman, all’80’. Accade tutto nel secondo tempo supplementare. Al 101′ Caligiuri fa esplodere di gioia il suo stadio siglando il 3-0 di testa. Eppure, la partita non è finita. L’Ajax reagisce al duro colpo subito e segna al 111′ con Viergever e a tempo scaduto con Younes. Due gol che la mandano in semifinale.

Amin+Younes+EMtN9vx3gexm
MANCHESTER UNITED – ANDERLECHT: Ad Old Trafford, il Manchester spera di superare la squadra belga, che, attualmente, viaggia sull’onda dell’entusiasmo. La squadra di casa prova a mettere pressione alla squadra belga. Eppure, sono gli ospiti ad avere la prima occasione del match. Al 3′ minuto Dendoncker tira dalla distanza, ma la palla finisce alta. Eppure, il gol del vantaggio lo trova il Manchester con Mhkitaryan, che, dopo una grande contropiede, tira indisturbato e batte il portiere avversario al 10′. Continua ad attaccare la squadra di casa con lingaard, che con un tiro a giro impegna il portiere ospite. Ci prova, quindi, al 22′ Acheampong, che, con un accelerazione sull’infortunato Rojo, spara alla destra di Romero. Il pareggio degli ospiti è nell’aria, infatti arriva al 32′. Hanni, dopo un tiro deviato sulla traversa di Tielemans, mette la palla in rete, dopo un controllo difettoso. Nella ripresa inizia meglio l’Anderlecht, con Teodorczyk, che si vede sporcare il tiro dopo un bel contropiede al 47′. Al 68′ occasione incredibile per Rashford, che, dopo aver superato Appiah e il portiere, non tira in porta. La notizia con cui si conclude il secondo tempo è il brutto infortunio di Ibrahimovic, che non sarà dei supplementari. Nel primo tempo supplementare ci prova Paul Pogba, con una bella rovesciata sporcata dalla difesa. Però, nella ripresa, è Rashford che manda in semifinale la sua squadra evitando un il difensore avversario e mettendo la sfera nell’angolo.

Zlatan+Ibrahimovic+Manchester+United+v+FK+VukGG_ppUY4l

BESIKTAS – LIONE: Dalla tensione, provocata dalle azioni dei tifosi turchi, alla Vodafone Arena di Istabul, dove il Lione proverà a difendere il risultato di vantaggio dall’assalto dei giocatori avversari. La prima occasione è degli ospiti con Tosun, che, al 1′, impegna Lopes. Al 13′ risponde Tolisso, che riceve il passaggio da Lacazette, ma non inquadra la porta. Al 26′ è Talisca a mandare in estasi i suoi tifosi, con un gol in girata dal limite dell’area. Il pareggio, però, arriva al 34′ con un pallonetto fantastico di Lacazette che batte fabricio. Il Lione prova a passare in vantaggio, ma si ferma sul palo interno di Lacazette, al 41′. Nella ripresa, al 56′ tosun impegna Lopes, costretto a un miracolo. Continua ad attaccare la squadra fuori casa, che trova il gol con il solito Talisca, che di testa la mette alle spalle del portiere. Continuano a giocarsela alla pari entrambe le squadre, ma è il Besiktas che ha le migliori occasioni. All’86’, infatti, Babel prende il palo e, successivamente, colpisce il compagno. All’87, però, dcolpisce di testa, ma segue una parata mostruosa di fabricio. Sul finale di gara, al 90′ lacazette colpisce la traversa e su questa occasione finisce il secondo tempo, si va ai supplementari. Entrambe le squadre stremate si danno battaglia e, anche se in maniera disordinata, danno vita a trenta minuti eccelsi. Ma anche questi minuti non bastano a decretare il vincitore, servono i calci di rigore. Dopo una serie interminabile di rigori, è l’errore del Besiktas, che manda in semifinale il Lione.

FBL-EUR-C3-LYON-ROMA

LUIGI GIANNELLI

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/34069

Annunci