Che tu sia genitore da poco o che lo sia da tempo, avrai sicuramente avuto problemi almeno qualche volta, nel far addormentare il tuo bebè. Sono tante le tecniche che spesso si leggono su internet o che vengono consigliate dai pediatri per porre un rimedio a quello che diventa non solo un problema per i piccoli ma anche e soprattutto per gli adulti.

Ninna nanne, carillion, giochini vari ma è tutto inutile le ore passano e mentre voi state crollando dal sonno, lui ancora è pimpante come se fosse mattina. Così vi sarà capitato, perché lo avete sentito dire a qualcuno o perché è capitato anche a voi mentre vi recavate da qualche parte, di mettervi in macchina e far fare al vostro bebè un giretto affinchè si addormenta. Il metodo è spesso infallibile: le luci tra l’oscurità e la vibrazione dell’auto hanno un effetto soporifero sui bambini. Ovviamente non tutti però hanno un’ auto a disposizione e non è comunque sempre possibile sia per una questione economica che pratica, andare in giro anche d’inverno con la macchina solo per far addormentare il proprio figlio. Ma non temete cari genitori! Una filiale spagnola della Ford ha creato il prototipo di una culla che simula il rumore del motore dell’automobile, la vibrazione delle gomme sull’asfalto e addirittura le luci soffuse della notte per le strade. Questa culla ha il nome di ‘Max Motor Dreams’, sembra apparentemente normale, il design è uguale alle culle al momento in commercio ma tramite uno smartphone i genitori possono registrare i suoni e i movimenti di un qualsiasi viaggio che poi verrà trasmesso alla culla hi-tech che ricreerà per il bebè l’esperienza a casa.

Dopo alcuni sondaggi e ricerche attuate nel 2013 riguardo il sonno dei genitori  è nata questa geniale idea che ancora è solo un prototipo ma che potrebbe diventare presto realtà. Di sicuro non mancheranno gli acquirenti che pur di dormire  senza problemi vorranno provare quella che sembra essere un’invenzione straordinariamente utile per piccoli ma soprattutto per grandi. Mentre aspettate che  questa creazione arrivi sul mercato, accontentatevi di far fare ai vostri piccoli un giro sulla macchina “reale” oppure optate per la più semplice ‘ninna nanna’.

Rosanna Maurici

https://metropolitandotblog.wordpress.com/2017/04/24/ford-inventa-una-culla-che-simula-lauto-per-far-addormentare-il-bebe/

 

Annunci