Un superbo Valtteri Bottas conquista il GP di Sochi riuscendo non solo a resistere ad un indemoniato Vettel, ma rifilando un distacco abissale anche al suo compagno di scuderia Lewis Hamilton. Ottimo il terzo posto di Raikkonen, capace di stampare il record del tracciato nelle ultime tornate.

LA CRONACA
Dopo 9 anni due rosse partono dalla prima fila, ma Bottas passa all’esterno in accelerazione Vettel e conquista la prima piazza. Raikkonen risponde con decisione allo spunto di Hamilton e mantiene la terza posizione. L’adrenalina dei primi giri si interrompe dopo due tornate a causa dell’ingresso della Safety Car: Grosjean e Perez si toccano alla curva due, mentre Stroll continua a non trovare il giusto approccio con la sua Williams. Out anche Ricciardo, mentre Verstappen oggi sembra leggermente sotto tono.

partenza_sochi
Lo scatto di Bottas in partenza fulmina le Ferrari.

Le posizioni rimangono congelate, fino a quando non si parte con il valzer delle soste ai box. Bottas resiste per 27 giri con la ultrasoft, Vettel rimane in pista fino al 33° giro riuscendo a sfruttare al massimo gli pneumatici nel tentativo di guadagnare preziosi secondi. La gara sarebbe statica senza la rimonta forsennata del tedesco, che dopo la sosta prova in tutti i modi a riavvicinarsi al finlandese della Mercedes che, complice qualche errorino, si vede ridurre il distacco fino ad 1 secondo. Alla fine Bottas vince una gara interpretata perfettamente, riuscendo a sfruttare i punti di forza della sua vettura e dimostrando di avere i giusti requisiti per poter lottare con i migliori.

vettel_bottas
Nonostante una rimonta esagerata, Vettel non ha impensierito la vittoria di Bottas.

L’ANALISI

Il weekend sembrava poter tingersi ancor più di rosso dopo la doppietta in qualifica, riuscendo ad interrompere il dominio Mercedes sul circuito di Sochi. Tutto sommato la Scuderia Ferrari può ritenersi soddisfatta del risultato finale: Vettel allunga ancora su un Hamilton parso in netta difficoltà, poco brillante e che a fine gara accusa un ritardo decisamente pesante dal primi tre, specie dal suo compagno di scuderia.

Perfetto Raikkonen, capace di respingere in partenza Hamilton e di congelare la sua terza posizione con un giro record nel finale di gara. Ma i meriti vanno tutti per Bottas: il finlandese finalmente vince la prima gara in F1 dimostrando le sue qualità e la sua determinazione. Un risultato del genere è pesantissimo, soprattutto se il tuo compagno di box è il campione del mondo in carica.

Ancora un brutto risultato per Alonso, che è costretto al ritiro durante il giro di ricognizione: un pilota come lui e una scuderia gloriosa come la McLaren meritano ben altri palcoscenici.

finish

Annunci