Wrongonyou  é un giovane cantautore romano, che si presenta con la sua sola chitarra e la voce possente, incantando e seducendo con un breve set intimo il pubblico, intrattenuto a dovere nell’attesa mentre via via si riempie l’Atlantico, location scelta da Levante per la prima de Nel Caos Tour. Sui ledwalls appaiono due finestre, mentre rieccheggiano le note del piano di Caos Preludio, che fanno da tappeto la voce narrante della cantautrice siciliana, che recita un estratto di un testo della prima pagina del booklet di Nel Caos Di Stanze Stupefacenti:

Zoppicherai mentre il mondo starà correndo perdifiato. Perché sarai caduto un milione di volte e più di un milione ti sarai rialzato. Così ti sarai ribellato alla noia, allo stare come molti, lì dove gli è stato chiesto di giacere. Nel nulla. Davanti al tuo riflesso sarai vestito di errori e solo allora, indossate tutte le tue cicatrici. Potrai dire di esserci stato. Nel caos di stanze stupefacenti.”

Si spegne tutto e parte l’attacco di batteria di Le Mille Me, seguita da Non Me Ne Frega Niente ( generando un vero e proprio rave) e Le Lacrime Non Macchiano: Levante ha sganciato una bomba dentro il club, con questo trittico che fa scatenare i presenti fino alle ultime file. Arriva Io Ero Io, la bellissima ballad tratta dall ultimo album, Nel Caos Di Stanze Stupefacenti. La voce di Claudia arriva come un tornado che spazza tutto via, una bufera che ti trascina dentro un vortice irresistibile, continuato con la potenza di Mi AmoCuori D’ Artificio fa pulsare l’Atlantico, con la batteria di Alessio Sanfilippo, che irrompe prepotentemente facendo indossare una nuova veste ritmica ad uno dei brani di Manuale Distruzione. 

Si passa a momenti altamente poetici, dove le melodie di Diamante e Lasciami Andare fanno spiccare un volo pindarico al live. Il nuovo album è già entrato nei cuori dei fan e di chi si è avvicinato da poco al mondo della cantautrice di Palagonia, poichè il pubblico conosce perfettamente i testi e mostra tantissimo entusiasmo sin dalle prime note.

paolotestiroma
©Paolo Testi

Levante imbracciando la chitarra afferma che “Nella vita bisogna sempre contare fino a dieci “

Preludio al brano Contare Fino A Dieci, ripescata dal secondo album Abbi Cura Di Te, seguita da una delle perle della serata, La Scatola Blu, che ci regala in una versione intima solo accompagnata dalla chitarra come in Non Stai Bene.

Il palco si colora di rosso e Levante intanto é raggiunta dal chitarrista che la accompagna per Abbi Cura Di Te, cantata senza microfoni insieme al pubblico, nel momento mistico di comunione con i presenti, dove le emozioni sono state innumerevoli, pelle d’oca compresa E’ una cosa che capita a chi vi scrive sporadicamente ad un evento live, sintomo di una performance marchiata a fuoco nel mio cuore, ancora visibilmente colpito e stracolmo di adrenalina.

paolotestiroma2
©Paolo Testi

Il ritmo si impenna di nuovo con Claudia e la sua band, che continuano questa cavalcata trionfale, facendo un salto indietro nel tempo con Duri Come Me e riemergere ai giorni nostri con la potenza de Di Tua Bontà, brano che chiude la prima parte dello show.

L’Atlantico attende impazientemente la ripresa,  ha fame di note della cantautrice siciliana e la incita cantando le tracce mancanti ad alta voce, che generano un fantastico coro dei presenti. La temperatura continua a salire cantando tutti all’unisono, sembra di essere nella curva tra gli ultras, mentre un problema tecnico ai visual prolungava il ritorno sul palco. La ripresa é affidata alla hit Alfonso, accompagnata come sempre dal pubblico, ormai da tradizione. Finalmente è il momento di  Io Ti Maledico e Gesù Cristo Sono Io brani tra i più attesi dal pubblico. A questo punto  la protagonista della serata si scusa per gli inconvenienti tecnici, provocati per l’oscuramento dei ledwalls che in questi pezzi sarebbero stati parte integrante delle performances. I presenti li accolgono con un boato che rimbomba nel club e durante i quali l’effetto bolgia-curva ha prevalso sulla musica. Il cerchio a questo punto si chiude, (sono passate quasi due ore) con la stessa Caos (Preludio), tornando in pratica al punto di partenza. Levante e la sua band stasera hanno lasciato un segno indelebile per chi c’era, questo è un live che va cantando e ballato, in quel piacevole caos generato dalla sua energia. Scegliete la vostra stanza e vivete questa meravigliosa esperienza.

Il tour prosegue stasera all’Afterlife di Perugia.

Le altre date:

6.05 @ Bologna, Estragon

12.05 @ Roncade, New Age

13.05 @ Venaria Reale, Concordia

16.05 @ Milano, Alcatraz

Inoltre 27 maggio , Levante farà parte della line up di artisti presenti al MTV TIM Awards , che si svolgerà in Piazza Del Popolo a Roma

Setlist

Le Mille Me

Non Me Ne Frega Niente 

Le lacrime Non Macchiano

Ciao Per Sempre

1996 La Stagione Del Rumore

Io Ero Io

Mi Amo

Sbadiglio

Cuori D’ Artificio

Diamante 

Lasciami Andare 

Contare Fino A 10

La Scatola Blu

Non Stai Bene

Abbi Cura Di Te

Duri Come Me

Memo

Di Tua Bontà

Encore

Alfonso

Io Ti Maledico

Gesù Cristo Sono Io 

Caos [Preludio] 

Foto di copertina per gentile concessione di Paolo Testi

https://www.facebook.com/groups/994319983914795/

http://www.levanteofficial.com/

https://www.facebook.com/wrongonyou/

https://www.facebook.com/levantemusic/

Nicky Abrami

Annunci