Il posticipo della 35esima giornata vede la Roma impegnata a San Siro contro il Milan. I giallorossi devono rispondere alla vittoria del Napoli per riportarsi al secondo posto, mentre gli uomini di Montella hanno la chance per l’allungo definitivo per l’Europa League. Spalletti deve fare a meno degli squalificati Rudiger e Strootman, che vengono sostituiti da Juan Jesus e Paredes, nel Milan Lapadula sostituisce Bacca nel tridente con Suso e Deulofeu.

FORMAZIONI: 

Milan (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Zapata, Paletta, Vangioni; Pasalić, Sosa, Mati Fernández; Suso, Lapadula, Deulofeu

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Emerson Palmieri, Manolas, Fazio, Juan Jesus; L.Paredes, De Rossi; Salah, Nainggolan, Diego Perotti; Džeko

LA GARA:

La Roma è subito in controllo della gara nei primi minuti e all’8′ minuto arriva il vantaggio: doppio scambio tra Salah e Dzeko, il bosniaco riceve al limite dell’area e di prima intenzione scarica un gran destro sotto l’incrocio, con Donnarumma che non può arrivare.  Al 15′ il Milan sfiora il pareggio: errore di De Rossi, che regala palla a Deulofeu, lo spagnolo arriva al limite e cerca un tocco in area ma trova una deviazione che manda la sfera vicinissima al palo sinistro.

Due minuti più tardi Roma pericolosissima con Perotti, che da posizione centrale lascia partire un gran destro a giro, ma il portiere rossonero devia sul palo destro con un grandissimo intervento. Roma in totale controllo nel primo tempo: al 22′ De Rossi cerca Salah sul lato destro dell’area, Vangioni anticipa di testa ma serve Dzeko, che da posizione favorevole spara alle stelle. Alla mezz’ora i giallorossi trovano il meritato raddoppio con Dzeko, che su calcio d’angolo dalla destra di Paredes. Dzeko anticipa tutti sul primo palo e batte Donnarumma da posizione ravvicinata per lo 0-2.

Ancora Roma nel finale, grandissima azione tutta di prima, con Nainggolan e Salah che scambiano bene, l’egiziano serve il belga al limite, ma la conclusione è deviata ancora da Donnarumma sul palo. Sulla ribattuta Salah spara alto l’ennesima occasione dello 0-3. Gli uomini di Spalletti vanno negli spogliatoi in vantaggio di due reti.

milan roma 2

In avvio di ripresa Montella inserisce Bertolacci al posto di Mati Fernandez per provare a dare la scossa ai suoi, ma i ritmi si abbassano terribilmente e nei primi venti minuti non ci sono occasioni interessanti. Spalletti cambia Perotti con l’ex El Sharaawy al 60′. Intorno al 70′ Dzeko pericoloso in contropiede di sinistro, ma la conclusione è a lato di poco, stessa sorte per il tiro dalla distanza di Bertolacci. Il Milan riapre la partita al 75′: sugli sviluppi di un corner il subentrato Ocampos spizza sul primo palo un pallone che arriva a Pasalic che da pochi passi insacca.

Nemmeno il tempo di imbastire un assedio per il Milan, che al 78′ subisce l’1-3: punizione battuta dalla destra, sponda di Dzeko per El Shaarawy, che col destro a giro trova l’incrocio destro per il classico gol dell’ex. Al 82′ Salah vicino al poker con il sinistro, che viene respinto da De Sciglio. Sempre l’egiziano due minuti più tardi guadagna un rigore, che provoca anche l’espulsione di Paletta; sul dischetto si presenta per la seconda volta consecutiva De Rossi, che trasforma nonostante Donnarumma riesca a deviare il pallone.

Il finale di gara è soltanto accademia in attesa del triplice fischio, che sancisce il controsorpasso della Roma al Napoli. La prossima settimana la Roma ospiterà la Juventus in una partita fondamentale che potrebbe vedere i bianconeri festeggiare il sesto titolo consecutivo all’Olimpico. Il Milan, soprattutto grazie ai risultati negativi di Inter e Fiorentina, mantiene il vantaggio di 3 punti per l’ultimo posto valido per i preliminari di Europa League. Grandi polemiche per la scelta di Spalletti di non inserire Totti per un’ultima standing ovation a San Siro.

Maurizio Gaddi

Annunci