I Thegiornalisti hanno spaccato e questa volta di brutto! Ieri, 9 maggio 2017, al Palalottomatica di Roma abbiamo visto nascere una nuova dimensione, abbiamo sentito i cuori che battevano all’unisono, abbiamo sognato con voi ragazzi!

Sento ancora l’emozione addosso, respiro ancora le sue parole, la musica nel cervello ed un cuore che balla, cosa si vuole di più? Ora, Milano 11 maggio.

La scaletta è stata particolarmente perfetta e curata nei minimi dettagli: hanno iniziato il concerto con la nuova canzone Senza, ottima scelta per riscaldare gli animi delle New entry, di quei fan che lo seguono da poco, da quelli che l’hanno scoperto da Youtube.

Tutto cambia, quando il nostro Tommy si è seduto in mezzo al palco con Marco Rissa e Marco Primavera, i suoi fratelli, e con qualche accordo e due chitarre, hanno scaldato gli animi dei fan più belli, quelli che sono nati con loro da anni, che li hanno seguiti anche nel concertino del pub a Roma in via Prenestina per poi ritrovarseli li, cambiati con loro, cresciuti con loro e con le mani piene di forza e fragilità di sogni, davanti a migliaia e persone, emozionati loro ed emozionati noi!

Colpi di scena, colori ed emozioni, le tre parole che oggi possono rappresentare il concerto di ieri, con Luca Carboni ed Elisa, special guest, amici e colleghi con Tommaso. E Fabri Fibra sul palco con la nuova canzone Pamplona? Tutto si è trasformato in una discoteca, tra salti, coriandoli, luci, fumo ed un gran casino pazzesco! Che spettacolo ragazzi, due ore di musica, due ore nelle quali esci da li senza voce, con il cuore pieno di ricordi ed emozioni, con gli occhi gonfi di chi si è innamorato davvero. Semplicemente:  Che figata ragazzi!

Il concerto si è concluso con Completamente, la canzone che li ha resi famosi con la Carosello Records a novembre, forse neanche loro si sarebbero aspettati tutto ciò. L’intero pubblico completamente in piedi dagli spalti o a saltare dal Parterre, con le braccia al cielo e anime all’unisono. Si conclude con Tommy in ginocchio ed un : Grazie cazzo!

Forse loro ancora non ci credono: gli amici del localino, i vicini di casa, i compagni di scuola li hanno visti esibire per la prima volta in un palazzetto, e forse solo ieri si sono resi conto di cosa hanno creato, dire fan è troppo poco, hanno creato una grande bolla a colori, a ritmo delle loro parole.

Grazie ragazzi, semplicemente voi.

Alessia Spensierato

Annunci