Un intenso fine settimana su due ruote si è appena concluso. Ti sei perso qualche evento? Non preoccuparti, puoi recuperare tutto leggendo Motorland!

Moto 3

Il weekend della MotoGP inizia con la categoria Moto 3, che sul circuito di Jerez regala una bella battaglia tra tre Honda. Alla fine la spunta Canet su Fenati e Mir: Romano ha cercato di allungare sugli inseguitori, ma non ci è riuscito. Capolavoro del giovane Canet, capace alla curva 13 di infilare in un sol colpo entrambi e tagliare per primo il traguardo. Bene anche gli altri nostri piloti: Di Giannantonio, Migno, Bulega e Bastianini si prendono rispettivamente dalla quinta all’ottava posizione. In ottica mondiale, Mir ora gode di 9 lunghezze di vantaggio sul nostro Fenati, che sta dimostrando a suon di ottimi risultati la sua volontà di vincere il campionato.

kent_ktm
Danny Kent sale ai box con la sua prossima KTM.

Da segnalare che durante la sessione di test di Martedì, Danny Kent è tornato in sella alla KTM per testarla in virtù della sua partecipazione al prossimo GP di Francia (Le Mans) in qualità di wild card.

Moto 2

Che peccato per il nostro Franco Morbidelli! Ad un passo dalla 4° vittoria consecutiva tutto svanisce per una caduta in gara mentre stava amministrando il vantaggio sul compagno di squadra Alex Marquez, regalandogli così la vittoria. A tenergi compagnia sul podio (1° vittoria in carriera in categoria) ci sono Pecco Bagnaia e Oliveira che strappa a Pasini il terzo posto dopo una grandissima rimonta con la sua nuova KTM. Ottimo Marini in quinta piazza.
Complice una prestazione poco convincente di Luthi, diretto rivale in classifica, Morbido può accettare con meno amarezza questo zero su Jerez.

alex_marquez_jerez
Il fratello del plurititolato Marc, Alex Marquez, conquista la prima vittoria in Moto 2.

MOTO GP

La gara di Jerez è stata caratterizzata dal monopolio di Dani Pedrosa, capace di spuntarla su tutti sin dalle qualifiche. La sua vittoria ha reso ancora più compatta la classifica generale, dove ora ci sono 4 piloti raccolti in soli 10 punti. Nota positiva per Ducati, capace di concludere con Lorenzo in terza posizione (dopo una cattiva partenza), Dovizioso in quinta e Petrucci in ottava. Buon risultato anche per Aprilia, che con la prestazione maiuscola di Aleix Espargaro arriva al traguardo conquistando la nona piazza. Ottimo Zarco, rookie non è rookie, che continua a stupire a suon di grandi risultati. Male le Yamaha ufficiali: in un weekend segnato da continui problemi e piloti decisamente disorientati sui settaggi delle proprie moto, Vinales riesce a salvare il salvabile chiudendo in quinta posizione, mentre Rossi precipita addirittura in 10 piazza.

pedrosa_jerez
Nessuno ha raggiunto il ritmo di Pedrosa a Jerez.

Nonostante Jack Miller abbia avuto modo di chiarirsi con Alvaro Bautista dopo il contatto alla curva 1 che li ha esclusi entrambi dalla gara, la direzione di gara MotoGP ha deciso di sanzionare il pilota australiano con una multa di 1000€ per eccesso di foga. Queste le sue parole: “Bautista è arrivato veloce in curva 1, io ero già dentro e lui mi ha centrato in pieno. È vero, poi gli ho dato una spinta e ho sbagliato, ma ho agito per frustrazione – ha detto – Quello è un punto difficile per frenare, Alvaro corre da molto più tempo di me e dovrebbe saperlo bene.”

Tutti i team si sono fermati a Jerez per condurre i test comparativi con gli pneumatici Michelin, oltre a provare i propri aggiornamenti. Yamaha Movistar ha portato un nuovo telaio che Vinales ha apprezzato tantissimo, riuscendo a far registrare il miglior tempo durante il primo giorno. Alle sue spalle Marquez e Pedrosa e un fantastico Aleix Espargaro, quarto, con Dovizioso e Lorenzo a seguire. Gli altri italiani: Iannone 13°, Petrucci 15°, addirittura 21° Rossi.

MXGP

In Lettonia succede di tutto. Mentre un Herlings superlativo si aggiudica entrambi i round, Gajser vive un weekend da incubo: Sabato chiude in 14° piazza, Domenica invece è protagonista di un brutto incidente che ha tenuto tutti col fiato sospeso, per fortuna senza conseguenze. E Cairoli? Il nostro Tony in virtù della quinta posizione e seconda si aggiudica la leadership provvisoria del campionato con 17 punti di vantaggio su Gajser. Appuntamento tra due settimane in Germania.

Annunci