Mentre si avvicinano gli Internazionali di Roma, che vedranno i primi match già domenica, il Masters1000 di Madrid è arrivato ai quarti di finale. Come negli altri 3 Masters stagionali già disputati non sono mancate le sorprese, e nella parte alta del tabellone avremo sicuramente un finalista a sorpresa.

Infatti la testa di serie n.1 Andy Murray saluta il torneo agli ottavi, esattamente come a Montecarlo. Non basta infatti il sorteggio benevolo, che gli pone contro al secondo turno il romeno Marius Copil, beneficiario della wild card conferita dal propietario del torneo Ion Tiriac, suo connazionale. Dopo aver regolato Copil per 6-3 6-4, Murray deve fronteggiare il lucky loser Borna Coric (entrato in tabellone dopo la sconfitta in qualificazioni da Kukushkin, proprio come Pouille lo scorso anno a Roma). Il n.1 del seed si fa sorprendere dal croato in giornata di grazia, che porta a casa il primo set per 6-3. Nel secondo è attesa la reazione del campione, che però non arriva: Coric continua a spingere e Murray, costretto sulla difensiva, cede il servizio nell’ottavo gioco e viene clamorosamente eliminato con un doppio 6-3. Ad attendere il lucky loser nei quarti c’è Dominic Thiem, che nella partita più bella degli ottavi, che vede opposti due dei migliori rovesci a una mano del circuito, salva 5 match point a Grigor DImitrov e lo sconfigge con il punteggio di 4-6 6-4 7-6.

quarti madrid

L’altro quarto di finale nella parte alta è orfano della testa di serie n.3, Stan Wawrinka, sconfitto al suo esordio nel secondo turno mercoledì sera dall’amico Benoit Paire, croce e delizia come sempre. Il francese ha sorpreso Wawrinka con il suo solito gioco estroso, estromettendolo con il punteggio finale di 7-5 4-6 6-2. Nel suo ottavo Paire ha mostrato tutti i suoi limiti caratteriali, ad approfittarne è stato Pablo Cuevas, che conquista i quarti con il punteggio di 7-5 0-6 6-1. L’uruguagio sfiderà Alexander Zverev, favorito per un posto in semifinale e nel pieno della sua scalata verso la top10. Il tedesco è in ottima forma: dopo il successo di settimana scorsa a Monaco, ha esordito a Madrid sconfiggendo Verdasco per 6-3 7-5, per poi superare due teste di serie. Il primo è stato Marin Cilic (n.7 del seeding), eliminato in tre set 6-7 6-3 6-4, mentre negli ottavi è stato il turno di Tomas Berdych (n.11), regolato con un doppio 6-4.

quarti madrid 4

Nella parte bassa continua il dominio rosso di Rafa Nadal, rallentato da un’otite e quasi stoppato da un ottimo Fognini nel secondo turno. Il ligure ha messo in seria difficoltà il maiorchino, portandolo al terzo set, dove però ha fatto la differenza la testa di Nadal nei momenti chiave. Il risultato finale è 7-6 3-6 6-4, ci sono però tutte le premesse per un buon cammino a Roma del nostro miglior italiano. Il sorteggio non è stato benevolo con Rafa, che dopo Fognini ha dovuto affrontare Nick Kyrgios negli ottavi. Ci si aspettava una partita combattuta nel match di cartello degli ottavi, ma l’australiano ha incassato un parziale di 9 giochi a 1 a partire dal 3-3 del primo set, prendendo un pesante 6-3 6-1 da Nadal, favorito assoluto del torneo. Per Rafa nei quarti sarà la rivincita della semifinale di Montecarlo contro David Goffin. 20 giorni fa la partita fu pesantemente condizionata da un errore arbitrale che tagliò le gambe al belga, che arriva alla sfida di domani senza pressioni ed in fiducia dopo aver eliminato per 6-4 6-2 la testa di serie n.5 Milos Raonic.

quarti madrid 2

Sempre nella parte bassa avanza, nonostante qualche affanno, Novak Djokovic. Il numero 2 del mondo deve rimontare nel secondo turno, sotto 0-3 contro un agguerrito Nico Almagro; a differenza di Murray, il serbo riesce a resettare il proprio gioco e rimontare fino a chiudere in volata per 6-1 4-6 7-5. Negli ottavi un altro spagnolo per Djokovic, il redivivo Feliciano Lopez. Anche in questo caso match più complicato del dovuto per Nole, a cui basta però un break per set per chiudere 6-4 7-5. Nei quarti il serbo se la vedrà con Kei Nishikori, che dopo un primo set nel torneo da incubo (1-6 da Schwartzman), ritrova il ritmo nel suo primo torneo su terra dell’anno, battendo l’argentino per 1-6 6-0 6-4. Negli ottavi match piuttosto agevole per il giapponese contro un David Ferrer ormai irriconoscibile, sconfitto per 6-3 6-4. I numeri 2 e 6 del seeding apriranno il programma in quello che sarà il rematch della semifinale disputata l’anno scorso sui campi della capitale spagnola.

IL PROGRAMMA DEI QUARTI:

Ore 12:00: Kei Nishikori (6) vs (2) Novak Djokovic

Ore 14:30: Pablo Cuevas vs Alexander Zverev

Ore 16:00: David Goffin (9) vs (4) Rafael Nadal

Ore 21:30: Borna Coric (LL) vs (8) Dominic Thiem

 

Maurizio Gaddi

Annunci