Non c’è tregua, l’Europa trema ancora dopo un attacco terroristico

Manchester Arena, 23 Maggio 2017 – 22.35, il concerto della pop star americana Arianna Grande era appena terminato e le luci si stavano alzando quando con un fortissimo boato si avverte una potente esplosione che causa 19 morte e 59 feriti. Subito dopo caos. La folla di circa 20 mila persone inizia a fuggire spaventata.

Questo evento rappresenta il peggiore attentato nel Regno Unito dal 7 luglio del 2005 quando una serie coordinata di attacchi suicidi compiuti da 4 terroristi islamici britannici, provocò 52 morti e 700 feriti.

Secondo la CNN si tratterebbe di un Kamikaze che avrebbe agito con una bomba farcita di chiodi (molti tra i 59 feriti sono stati colpiti da chiodi all’altezza delle gambe), il soggetto sarebbe inoltre già stato identificato. L’attentatore suicida si sarebbe fatto esplodere mentre molti giovani stavano lasciando l’arena: momento il cui i controlli risultano più deboli?

L’indagine è stata affidata alla North West Counter Terrorism Unit, con rinforzi dell’antiterrorismo di Scotland Yard che sono stati inviati da Londra durante la notte.

Panico e terrore

Sirene spiegate di decine di mezzi di soccorso annunciano l’imminente arrivo sul posto, ambulanze, automediche, elicotteri, che si apprestano a soccorrere immediatamente persone sanguinanti che gridano aiuto. Una quadra di artificieri della cattedrale di Manchester scatena nuovamente il panico facendo brillare un pacco sospetto, che risulta subito dopo solo pieno di vestiti. Per precauzione viene bloccata la stazione Victoria di Manchester.

Precisamente l’esplosione è avvenuta nella zona delle biglietterie, appena fuori dall’Arena. Inizialmente si è parlato di due o più esplosioni, in seguito ne è stata confermata una sola.

La politica

La campagna elettorale che coinvolge la  politica a causa delle elezioni anticipate dell’8 giugno, tappa fondamentale verso la Brexit, è stata sospesa. Reagisce con un tweet, il leader dell’opposizione laburista, Jeremy Corbyn, principale rivale elettorale della premier Theresa May. Quest’ultima che ha condannato l’«orribile attacco terroristico», alle 9 di mattina (ora di Londra) presiederà il comitato britannico di emergenza per la sicurezza. Il sindaco di Manchester, Andy Burnham, pone umilmente le sue condoglianze ai parenti delle vittime con questa frase: «Il mio cuore è con le famiglie che hanno perso i loro cari. La mia ammirazione è per i nostri coraggiosi servizi di soccorso. Una notte terribile per la nostra grande città».

Ariana Grande

La cantante 24enne non è ferita, sta bene, a dare la notizia è una sua portavoce che aggiunge: <<è inconsolabile e devastata>>. Il concerto di Manchester era la prima tappa del tour mondiale, il prossimo era previsto per Giovedì a Londra, ma adesso la data potrebbe saltare. Su twitter posta questa commento: <<broken.
from the bottom of my heart, i am so so sorry. i don’t have words>>.

 

Annunci