L’argomento dei vaccini obbligatori è ancora bollente.

Due bombe carta e volantini contro il ministro della salute Lorenzin  sono stati trovati oggi all’esterno degli ex distretti Asl di Ponte San Pietro e Sant’Omobono Terme, nel bergamasco come opposizione alla sua decisione sulla vaccinazione obbligatoria. Le bombe contenevano chiodi  e questa mattina sono già stati trovati esplosi senza aver arrecato, fortunatamente, nessun danno a persone o cose.

Un grave atto intimidatorio questo, rivendicato dal Mab Manipolo Avanguardia Bergamo, una formazione di estrema destra. Su un lato dei volantini ritrovati stamane, era stampata la fotografia del ministro Lorenzin con in mano una siringa e sul retro, invece, si leggeva: ‘Avete voluto sfondare le porte delle nostre case. Noi veglieremo sulle vostre. Il fuoco dei roghi divampa mentre la nostra fiamma illumina la verità, in attesa del soffio del popolo che tutto purificherà. Per il progresso scientifico contro la dittatura medica, per la libertà di scelta vaccinale’.

Gallera, l’assessore al Welfare della regione Lombardia, punta il dito contro chi sta utilizzando la violenza per rendere più aspro un argomento già delicato che mette in dubbio le verità scientifiche e che ha  come conseguenza quella di disorientare la popolazione di fronte a scelte importanti come quella sulla salute.

Rosanna Maurici

https://metropolitanmagazineitalia.blog/2017/06/02/bombe-carta-contro-la-lorenzin/

Annunci