Giugno si è aperto con importanti novità per quanto riguarda il calcio europeo. L’UEFA, infatti, è pronta ad introdurre il quarto cambio nelle partite che si prolungano oltre i tempi regolamentari ed ha stipulato anche nuove regole che coinvolgono gli allenatori in panchina.

Quarto cambio: ora è possibile! Durante il meeting del Comitato Esecutivo UEFA, tenutosi l’1 giugno 2017 al Mercure Hotel di Cardiff, sono state approvate delle nuove regole che, per il momento, sono ancora in fase sperimentale, ma che potranno ben presto essere accolte nel calcio europeo.
Uno dei via libera dati dal comitato riguarda la possibilità di poter usufruire di una sostituzione aggiuntiva durante gli incontri che si prolungano oltre il novantesimo minuto. La motivazione principale per cui tale provvedimento è stato accettato riguarda la salute dei giocatori stessi: ancora adesso, infatti, non è possibile effettuare più di tre sostituzioni, anche se la partita dura più del dovuto. E questo si ripercuote sulla forma fisica e sulla salute stessa dei calciatori in campo che non possono essere sostituiti.
Un altro provvedimento approvato dal comitato riguarda, invece, gli allenatori e tutti i membri degli staff tecnici: è stato stabilito, infatti, che anche a questi ultimi sarà possibile estrarre dei cartellini qualora avessero dei comportamenti poco sportivi durante gli incontri.
Queste regole verranno introdotte, a partire dal 16 giugno, durante i Campionati Europei Under 21 e nei tornei, maschili e femminili, Under 17 e Under 19.
Tra le proposte respinte dal comitato dell’UEFA vi è quella riguardante l’introduzione del “cartellino arancione“, grazie al quale i giocatori avrebbero avuto la possibilità di essere espulsi (solo per 10 minuti) e poi tornare in campo.

Regole, dunque, che potranno essere ridiscusse in futuro o no, ma che aprono, senza ombra di dubbio, le porte al calcio europeo che verrà.

Antonio Campana 

Annunci